Elezioni Regionali, Referendum costituzionale del 20 e 21 settembre 2020

Per ulteriori informazioni:
Ufficio Elettorale
anagrafe@castelfrancopiandisco.it
Tel. 0559631216/217
Fax 0559631290

Referendum costituzionale

Con Decreto del presidente della Repubblica 17 luglio 2020 sono stati convocati i comizi per i giorni di domenica 20 settembre e lunedì 21 settembre 2020 per lo svolgimento del Referendum Costituzionale. Le operazioni di voto si svolgeranno domenica dalle ore 7 alle ore 23 e lunedì dalle ore 7 alle ore 15.

Il testo del quesito referendario è il seguente: «Approvate il testo della legge costituzionale concernente “Modifiche agli articoli 56, 57 e 59 della Costituzione in materia di riduzione del numero dei parlamentari”, approvato dal Parlamento e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana – Serie generale – n.240 del 12 ottobre 2019»

DECRETO DI CONVOCAZIONE DEI COMIZI

RISULTATI REFERENDUM COSTITUZIONALE A CASTELFRANCO PIANDISCO’

Elezioni Regionali

Con decreto 104 del primo agosto 2020 il Presidente della Giunta regionale ha indetto le elezioni regionali nelle giornate di domenica 20 settembre e lunedì 21 settembre 2020. I cittadini iscritti nelle liste elettorali del Comune di Castelfranco Pian di Scò eleggeranno il nuovo Consiglio regionale della Toscana e il Presidente della Giunta regionale. Le operazioni di voto si svolgeranno domenica dalle ore 7 alle ore 23 e lunedì dalle ore 7 alle ore 15.

DECRETO DI CONVOCAZIONE DEI COMIZI

RISULTATI ELEZIONI REGIONALI A CASTELFRANCO PIANDISCO’

Subito dopo la chiusura delle operazioni di votazione si procederà lunedì 21 Settembre dalle ore 15.00 allo scrutinio relativo al referendum costituzionale e successivamente, senza interruzione, a quello relativo alle elezioni regionali. L’eventuale turno di ballottaggio è previsto per i giorni di domenica 4 ottobre e di lunedì 5 ottobre 2020.

Al fine di prevenire il rischio di contagio da COVID-19 le consultazioni elettorali e referendarie si svolgeranno nel rispetto delle modalità operative e precauzionali di cui ai protocolli sanitari e di sicurezza adottati dal Governo.

Per maggiori informazioni consultare lo speciale Eligendo sul sito del Ministero dell’Interno

LA VOTAZIONE SI SVOLGERA’
dalle ore 7,00 alle ore 23,00 del giorno 20 settembre 2020
dalle ore 7,00 alle ore 15,00 del giorno 21 settembre 2020

Ubicazione Seggi Elettorali
Seggi 1-2: Istituto Comprensivo D. Milani – Via Roma, 191 – Pian di Scò
Seggi 3-4-5: Scuola Primaria – Via dell’Asilo, 1 – Faella
Seggi 6-7-8: Scuola Primaria – Via Aretina, 3 – Castelfranco di Sopra

Tutte le sezioni elettorali comunali sono esenti da barriere architettoniche. In occasione delle prossime consultazioni elettorali, il Comune organizzerà, a richiesta dell’interessato, servizi di trasporto pubblico al fine di favorire il raggiungimento dei seggi da parte degli elettori portatori di handicap.
Infine, i cittadini portatori di handicap impossibilitati ad esercitare autonomamente il diritto di voto possono recarsi in cabina a votare con l’assistenza di un accompagnatore di fiducia che deve essere iscritto nelle liste elettorali di un qualsiasi comune della Repubblica e che non può esercitare la funzione di accompagnatore per più di un portatore di handicap.

APERTURA UFFICI COMUNALI PER IL RILASCIO DELLE TESSERE ELETTORALI
Al fine di agevolare il rilascio delle tessere elettorali o dei duplicati, l’ufficio elettorale rimarra’ aperto da venerdì 18 settembre a sabato 19 settembre dalle ore 9,00 alle ore 18,00 e per tutta la durata delle operazioni di votazione e cioè dalle ore 7,00 alle ore 23,00 di domenica 20 e dalle ore 7,00 alle ore 15,00 di lunedì 21 settembre.

Si invitano gli elettori a verificare per tempo il possesso della tessera elettorale al fine di richiedere, ove necessario, il rilascio del duplicato di una nuova tessera al più presto, evitando di concentrare tali richieste nei giorni della votazione. Si rammenta inoltre agli elettori che se la tessera elettorale non risulta più utilizzabile in seguito all’esaurimento degli spazi ivi contenuti per la certificazione del voto, il Comune procede al rinnovo della tessera stessa esclusivamente su domanda degli interessati. In caso di smarrimento o furto della tessera, il Comune potrà rilasciare al titolare, su domanda, un duplicato di essa, previa presentazione della denuncia ai competenti uffici di pubblica sicurezza o anche solo di una dichiarazione sostitutiva comprovante lo smarrimento

VOTO DOMICILIARE PER GLI ELETTORI AFFETTI DA INFERMITA’ CHE NE RENDANO IMPOSSIBILE L’ALLONTANAMENTO DALL’ABITAZIONE

Le disposizioni sul voto domiciliare sono previste in favore degli elettori affetti da gravissime infermità mentali tali che l’allontanamento dall’abitazione in cui dimorano risulti impossibile anche con l’ausilio dei servizi di trasporto messi a disposizione dal comune per agevolare il raggiungimento del seggio da parte di portatori di handicap e di quelli affetti da gravi infermità che si trovino in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali tali da impedirne l’allontanamento dall’abitazione.

Tali disposizioni si applicano nel caso in cui i richiedenti, sempre che siano elettori per la relativa consultazione, dimorino rispettivamente per il referendum nell’ambito dell’intero territorio nazionale e per le elezioni regionali nell’ambito del territorio della regione.

L’elettore Interessato deve far pervenire al Sindaco del proprio Comune di iscrizione elettorale un’espressa dichiarazione attestante la propria volontà di esprimere il voto presso l’abitazione in cui dimora fra MARTEDI’ 11 AGOSTO E LUNEDI’ 31 AGOSTO. La domanda di ammissione al voto domiciliare deve indicare l’indirizzo dell’abitazione in cui l’elettore dimora e, possibilmente, un recapito telefonico e deve essere corredata di copia della tessere elettorale e di idonea certificazione sanitaria rilasciata da un funzionario medico designato dagli organi dell’azienda sanitaria locale.

DEGENTI IN CASE DI CURA E RICOVERATI IN CASE DI RIPOSO

I degenti in case di cura ed i degenti nelle case di riposo al cui interno sia possibile individuare una struttura sanitaria, anche se di modesta portata, sono ammessi a votare per il referendum nel luogo di ricovero ubicato in qualunque comune del territorio nazionale; gli stessi degenti sono ammessi a votare nel luogo di ricovero ubicato in uno dei comuni della propria regione (per le elezioni regionali).
L’ammissione al voto avviene previa presentazione al sindaco del comune nelle cui liste elettorali sono iscritti di apposita dichiarazione recante la volontà di esprimere il voto nel luogo di cura e, in calce, l’attestazione del direttore sanitario del predetto luogo di cura comprovante il ricovero. Tale dichiarazione, da inoltrare per il tramite del direttore amministrativo o dal segretario dell’istituto di cura, deve pervenire al comune di ubicazione delle casa di cura o della casa di riposo non oltre il terzo giorno antecedente la votazione.

In questa sezione sono disponibili tutte le informazioni e la modulistica relative alla prossima tornata elettorale