“Territori Sicuri”, i numeri dello screening a Castelfranco Piandiscò. Giani “Gesto di responsabilità verso la Comunità”

“Territori Sicuri”, i numeri dello screening a Castelfranco Piandiscò. Giani “Gesto di responsabilità verso la Comunità”

Al termine della campagna screening regionale “Territori Sicuri” a Castelfranco Piandiscò si pubblicano i dati emersi e già condivisi dall’Assessorato alla Salute pubblica del Comune.

Sono state utilizzate quattro postazioni, due a Faella e due a Castelfranco di Sopra.
Sono stati eseguiti circa 2.300 tamponi effettuati nei tre giorni dal 12 al 14 marzo 2021.

Sul SISPC risultano 15 nuovi casi positivi al virus Covid-19 registrati dal 12 al 14 marzo, è certo un dato che evidenzia la curva di crescita dei contagi registrata da metà febbraio ad ora.

Domenica mattina anche il Presidente della Giunta Regionale Eugenio Giani ha visitato la postazione a Faella, accompagnato dal Sindaco Enzo Cacioli e da tutta la Giunta comunale anche alla presenza del Presidente della Conferenza dei sindaci del Valdarno Sergio Chienni.

Il Presidente Giani ha discusso e affrontato con i giornalisti presenti le questioni legate alle misure restrittive e di prevenzione. Ricordiamo infatti che la Toscana resta Zona Arancione fino al 21 marzo, ma che la Provincia di Arezzo, compreso quindi Castelfranco Piandiscò, entra da oggi in Zona Rossa a causa dell’alto tasso di contagio registrato negli scorsi giorni.

I numeri degli ultimi giorni ci confermano che la curva epidemiologica si sta stabilizzando in Toscana, e questo vuol dire che le misure adottate finora stanno avendo i loro effetti. Questo però non significa che possiamo abbassare la guardia: lo vediamo dai ricoveri e dalla situazione delle terapie intensive. Noi ce la mettiamo tutta, e in questo sta la Toscana arancione ma con province e zone localizzate in rosso: da domani, lo ricordo, saranno rosse le province di Arezzo, Pistoia e Prato, il comprensorio del cuoio e altri comuni singoli. Ci sono poi cinque comuni che restano arancioni ma che vedono le scuole chiuse” ha commentato il Presidente Eugenio Giani.

La persistente presenza di assembramenti nei luoghi di aggregazione sociale preoccupa l’Amministrazione che invita tutta la popolazione ad un rigoroso rispetto delle regole particolarmente in questo momento.

L’Amministrazione ringrazia sentitamente tutti i volontari che hanno permesso la realizzazione dello screening di massa: le Misericordie, la Croce Rossa, ANPAS e GAIB, e tutti coloro che hanno aderito alla campagna “Territori sicuri” per questa scelta espressione di matura cittadinanza.

Pubblicata il 15 Mar 2021
Condividi su